Seguici su:

Contributi Regionali
Decreto Liquidità e Garanzia Sace: misure straordinarie per l'accesso al credito

Decreto Liquidità

NAZIONALE - Misure riservate a specifici target che prevedono finanziamenti di importo fino a € 25.000,00 e garantito dal Fondo di Garanzia

A chi si rivolge:

PMI, persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19 come da dichiarazione autocertificata

Importo massimo finanziamento ottenibile:

Il finanziamento che sarà possibile richiedere non potrà essere superiore a € 25.000,00 e i parametri per calcolare l'importo concedibile sono:

non superiore al 25% dell'ammontare del fatturato del soggetto beneficiario, come risultante dall’ultimo bilancio depositato o dall’ultima dichiarazione fiscale presentata alla data della domanda di garanzia ovvero, per i soggetti beneficiari costituiti dopo il 1° gennaio 2019, da altra idonea documentazione, come autocertificazione

Percentuali di copertura: 

La percentuale massima di garanzia è pari al:

100% dell’importo del finanziamento - Il finanziamento è concesso senza valutazione del credito

Tasso di interesse:

Sarà applicato un tasso che deve tenere conto solo dei costi di istruttoria e di gestione dell'operazione finanziaria e, comunque, non superiore al tasso di Rendistato con durata residua da 4 anni e 7 mesi a 6 anni e 6 mesi, maggiorato della differenza tra il CDS banche a 5 anni e il CDS ITA a 5 anni, come definiti dall’accordo quadro per l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica di cui all’articolo 1, commi da 166 a 178 della legge 11 dicembre 2016, n. 232, maggiorato dello 0,20 per cento

Durata del finanziamento: 

6 anni comprensivi di 2 anni di preammortamento

Scadenza: 

 31 dicembre 2020 

Finalità:

Assicurare la liquidità attraverso il rilascio di garanzie

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

NAZIONALE - Misure riservate a specifici target che prevedono finanziamenti di importo fino a € 800.000 e garanzia del Fondo di Garanzia

A chi si rivolge:

PMI, persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni con ricavi fino a 3.200.000 euro la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19 come da dichiarazione autocertificata.

Importo massimo finanziamento ottenibile:

Il finanziamento che sarà possibile richiedere non può superare il 25% del fatturato totale del beneficiario nel 2019 fino ad un massimo di € 800.000,00.

Percentuali di copertura: 

La percentuale massima di garanzia è pari al:

90% elevabile al 100%, combinandola a quella rilasciabile da un Confidi  o altri fondi di garanzia- La concessione del finanziamento è subordinata alla valutazione del merito creditizio.

Tasso di interesse:

Sarà applicato un tasso che deve tenere conto solo dei costi di istruttoria e di gestione dell'operazione finanziaria e, comunque, non superiore al tasso di Rendistato con durata residua da 4 anni e 7 mesi a 6 anni e 6 mesi, maggiorato della differenza tra il CDS banche a 5 anni e il CDS ITA a 5 anni, come definiti dall’accordo quadro per l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica di cui all’articolo 1, commi da 166 a 178 della legge 11 dicembre 2016, n. 232, maggiorato dello 0,20 per cento

Durata del finanziamento: 

6 anni  

Scadenza: 

31 dicembre 2020 

Finalità:

Assicurare la liquidità attraverso il rilascio di garanzie

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

NAZIONALE - Decreto Liquidità e Garanzia Sace: misure straordinarie per l'accesso al credito

A chi si rivolge:

Qualsiasi tipologia di impresa indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica, inclusi i lavoratori autonomi e i liberi professionisti titolari di partita IVA, con sede in Italia con destinazione dei finanziamenti richiesti verso stabilimenti italiani, imprese che non erano in difficoltà al 31 dicembre 2019 ma che hanno affrontato o che si sono trovate in una situazione di difficoltà successivamente all’epidemia di Covid-19, imprese che hanno già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza.  L’impresa che beneficia della garanzia, inoltre, deve assumere l’impegno: per sé e per ogni altra impresa che faccia parte del medesimo gruppo a cui essa appartiene, di non approvare la distribuzione di dividendi o il riacquisto di azioni nel 2020;di gestire i livelli occupazionali attraverso accordi sindacali.

Soggetti esclusi:

Non possono accedere alla Garanzia Sace le imprese che si trovavano nella seguente condizione:

1) alla data del 31 dicembre 2019 rientrava nella categoria delle imprese in difficoltà

2) alla data del 29 febbraio 2020 risultava presente tra le esposizioni classificate come "sofferenze" o "deteriorate" ai sensi della disciplina bancaria

Finanziamenti ammissibili:

 Il finanziamento coperto dalla garanzia deve essere destinato a sostenere costi del personale, investimenti o capitale circolante impiegati in stabilimenti produttivi e attività imprenditoriali che siano localizzati in Italia, come documentato e attestato dal rappresentante legale dell’impresa beneficiaria.

Importo massimo finanziamento garantito

L’ammontare del finanziamento assistito da garanzia non può essere superiore al maggiore tra i seguenti importi:

25% del fatturato 2019, come risultante dal bilancio approvato ovvero dalla dichiarazione fiscale

il doppio dei costi del personale dell’impresa relativi al 2019, come risultanti dal bilancio ovvero dai dati certificati se l’impresa non ha ancora approvato il bilancio.

Percentuali di copertura: 

La percentuale massima di garanzia è pari al:

90% dell’importo del finanziamento per imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato fino a 1,5 miliardi di euro;

80% dell’importo del finanziamento per imprese con valore del fatturato tra 1,5 miliardi e 5 miliardi di euro o con più di 5000 dipendenti in Italia;

70% dell’importo del finanziamento per le imprese con valore del fatturato superiore a 5 miliardi.

 

Commissioni di garanzia:

Le commissioni annuali dovute dalle imprese alla Sace per il rilascio della garanzia sono le seguenti:

per i finanziamenti a PMI: 25 punti base durante il primo anno, 50 punti base durante il secondo e terzo anno, 100 punti base durante il quarto, quinto e sesto anno;

per i finanziamenti a imprese di dimensione diversa dalle PMI: 50 punti base durante il primo anno, 100 punti base durante il secondo e terzo anno, 200 punti base durante il quarto, quinto e sesto anno

 

Scadenza: 

 31 dicembre 2020 

Finalità:

Assicurare la liquidità attraverso il rilascio di garanzie, da parte di SACE alle imprese di qualsiasi dimensione 

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

NAZIONALE - Garanzie pubbliche riservate a imprese fino a 499 dipendenti

A chi si rivolge:

Imprese fino a 499 dipendenti con sede in Italia.

Importo massimo finanziamento ottenibile:

Il finanziamento che sarà possibile richiedere non può superare, alternativamente:

  • il doppio della spesa salariale annua del beneficiario (compresi gli oneri sociali e il costo del personale che lavora nel sito dell'impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile. Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019, l'importo massimo del prestito non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività;
  • il 25% del fatturato totale del beneficiario nel 2019;
  • il fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi, nel caso di piccole e medie imprese, e nei successivi 12 mesi, nel caso di imprese con numero di dipendenti non superiore a 499; tale fabbisogno è attestato mediante apposita autocertificazione resa dal beneficiario ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445;

Percentuali di copertura: 

La percentuale massima di garanzia è pari al:

90% elevabile al 100%, combinandola a quella rilasciabile da un Confidi  o altri fondi di garanziaLa concessione del finanziamento è subordinata alla valutazione del merito creditizio.

Tasso di interesse:

Sarà applicato un tasso che deve tenere conto solo dei costi di istruttoria e di gestione dell'operazione finanziaria e, comunque, non superiore al tasso di Rendistato con durata residua da 4 anni e 7 mesi a 6 anni e 6 mesi, maggiorato della differenza tra il CDS banche a 5 anni e il CDS ITA a 5 anni, come definiti dall’accordo quadro per l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica di cui all’articolo 1, commi da 166 a 178 della legge 11 dicembre 2016, n. 232, maggiorato dello 0,20 per cento

Durata del finanziamento: 

6 anni  

Scadenza: 

31 dicembre 2020 

Finalità:

Assicurare la liquidità attraverso il rilascio di garanzie

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

Tags: agevolato Garanzia Credito