Seguici su:

Contributi Regionali
Emilia romagna Fondo Starter: Avvio d'impresa

Fondo StartER: 70% Tasso zero per l'avvio d'impresa

EMILIA ROMAGNA: Fondo rotativo di finanza agevolata finalizzato al sostegno della nuova imprenditorialità attraverso l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato per le piccole imprese.

A chi si rivolge:

Possono usufruire dell’agevolazione le piccole imprese (si definiscono tali le aziende che abbiano al massimo 50 dipendenti (ULA) e non più di 10 milioni di euro di fatturato o attivo di bilancio)

Aventi i seguenti requisiti:

  • Iscritte al Registro Imprese da non più di 5 anni al momento di presentazione della domanda
  • Codice di attività principale rientrante in una delle seguenti categorie della classificazione Ateco 2007: B, C, D, E, F, G, H, I, J, L, M, N, P, Q, R, S.
  • Realizzare il progetto d’impresa in Emilia Romagna.

Contributo:

Finanziamenti di importo compreso tra € 20.000 ed € 300.000, a tasso zero per il 70% dell’importo erogato e ad un tasso convenzionato non superiore all’EURIBOR 6 mesi +4,75% per il restante 30%.

La durata dei finanziamenti può arrivare fino a 96 mesi, con la possibilità di avere 12 mesi di preammortamento.

Scadenza:

30 NOVEMBRE 2018 ALLE ORE 13:00

Spese ammesse:

I progetti ammessi dal Fondo devono essere mirati a:

  1. innovazione produttiva e di servizio
  2. sviluppo organizzativo
  3. messa a punto dei prodotti e servizi che presentino potenzialità concrete di sviluppo
  4. consolidamento e creazione di nuova occupazione sulla base di piani industriali
  5. introduzione ed uso efficace di strumenti ICT, nelle forme di servizi e soluzioni avanzate, con acquisti di soluzioni customizzate di software e tecnologie innovative per la manifattura digitale.

SPESE

  1. Interventi su immobili strumentali: acquisto, ampliamento e/o ristrutturazione;
  2. Acquisto di macchinari, attrezzature, hardware e software, arredi strettamente funzionali;
  3. Acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento;
  4. Spese per partecipazione a fiere e interventi promozionali;
  5. Consulenze tecniche e/o specialistiche;
  6. Spese del personale adibito al progetto ;
  7. Materiale e scorte;
  8. Spese locazione dei locali adibito ad attività (risultante da visura come sede principale/unità locale);
  9. Spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda.

Le voci di spesa relative a consulenze, personale, materiali e scorte, spese di locazione e Spese per la produzione di documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda (lettere “e, f, g, h, i” in elenco) non potranno superare complessivamente il 50% del finanziamento richiesto ed ammesso.

 

Tutti i progetti dovranno essere conclusi e rendicontati per il 100% dell’importo ammesso entro 12 mesi dalla delibera di concessione.

Finalità:

STARTER è un fondo rotativo di finanza agevolata a compartecipazione privata, finalizzato al sostegno della nuova imprenditorialità con interventi che supportino la nascita di nuova imprese e la competitività e l'attrattività del sistema produttivo.

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

Potrebbe interessarti anche...