Seguici su:

Contributi Regionali
emilia romagna Fondo Energia: Energia nuove per l'impresa

Fondo Energia: Tasso zero 70% e 12,5% Fondo Perduto

EMILIA ROMAGNA: Fondo rotativo di finanza agevolata finalizzato al finanziamento della green economy: Efficientamento energetico, produzione di energia da fonti rinnovabili e impianti tecnologici nelle imprese.

A chi si rivolge:

Beneficiari dell’intervento sono le imprese che:

  1. abbiano localizzazione produttiva in cui si realizza l'investimento in Emilia-Romagna;
  2. siano attive alla data di presentazione della domanda;
  3. abbiano l'attività principale compresa nelle sezioni della classificazione delle attività economiche (ATECO 2007) di seguito riportate:
    • SEZIONE B “Estrazione di minerali da cave e torbiere”;
    • SEZIONE C “Attività manifatturiere”;
    • SEZIONE D “Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;
    • SEZIONE E “Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento”;
    • SEZIONE F “Costruzioni”;
    • SEZIONE G “Commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli”;
    • SEZIONE H “Trasporto e magazzinaggio”;
    • SEZIONE I “Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione”;
    • SEZIONE J “Servizi di informazione e comunicazione”;
    • SEZIONE L “Attività immobiliari”;
    • SEZIONE M “Attività professionali, scientifiche e tecniche”;
    • SEZIONE N “Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese”;
    • SEZIONE P “Istruzione”;
    • SEZIONE Q “Sanità e assistenza sociale”;
    • SEZIONE R “Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento”;
    • SEZIONE S “Altre attività di servizi”.

Contributo:

Il Fondo interviene concedendo finanziamenti a tasso agevolato con provvista mista da un minimo di 25 mila euro ad un massimo di 750mila euro:

  • tasso zero per il 70% dell’importo erogato
  • tasso convenzionato non superiore all’EURIBOR 6 mesi +4,75% per il restante 30%.

La durata dei finanziamenti può arrivare fino a 96 mesi, con la possibilità di avere 12 mesi di preammortamento.

Il Fondo concede, inoltre, un CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO, che copre le spese tecniche sostenute per la diagnosi energetica, e/o lo studio di fattibilità, e/o la preparazione del progetto di investimento. L’importo massimo del contributo non potrà superare il 12,5% della quota pubblica di finanziamento ammesso 

Scadenza:

30 NOVEMBRE 2018 ALLE ORE 13:00

Spese ammesse:

 

I progetti agevolabili sono quelli volti a:

 

  1. migliorare l’efficienza energetica ed ridurre i gas climalteranti;
  2. produzione di energia da fonti rinnovabili, esclusivamente per autoconsumo, nonché gli impianti di cogenerazione ad alto rendimento

Sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  1. interventi su immobili strumentali: ampliamento e/o ristrutturazione, opere edili funzionali al progetto;
  2. acquisto ed installazione, adeguamento di macchinari, impianti, attrezzature, hardware;
  3. acquisizione di software e licenze;
  4. consulenze tecnico/specialistiche funzionali al progetto di investimento;
  5. spese per la redazione di diagnosi energetica e/o progettazione utili ai fini della preparazione dell’intervento in domanda.

I giustificativi di spesa dovranno avere data successiva a quella di presentazione della domanda, ad eccezione di quelli relativi alla predisposizione della documentazione tecnica (voce “e” in elenco), che potranno avere data successiva al 01/06/2014.

Finalità:

il Fondo multiscopo di finanza agevolata a compartecipazione privata, che per il settore energia intende sostenere i interventi di green economy, volti a favorire processi di efficientamento energetico nelle imprese e l’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili al fine di aumentarne la competitività. 

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

Potrebbe interessarti anche...