Seguici su:

Contributi Regionali
FONDO PERDUTO PER LE PICCOLE START UP INNOVATIVE

SCUP: Fondo Perduto consolidamento/crescita Start Up Innovative

PIEMONTE - Contributi a Fondo Perduto per le piccole start up innovative fino a 500 mila euro con copertura fino al 100% dei costi ammissibili per promuovere gli investimenti delle imprese in r&i

A chi si rivolge:

Imprese che, alla data di presentazione della domanda:

  • - siano in possesso dei requisiti di “start up innovativa” previsti dal DL 179/2012;
  • - risultino iscritte nella sezione ordinaria del Registro delle imprese della CCIAA;
  • - risultino iscritte (oppure abbiano attivato la procedura di iscrizione), in CCIAA, alla Sezione Speciale dedicata alle start up innovative;
  • - abbiano l’unità locale, sede destinataria dell’intervento, attiva, o da attivare entro la data di erogazione del contributo, sul territorio piemontese;
  • - non superino la dimensione “piccola impresa”.

Contributo:

Sovvenzione a fondo perduto a copertura fino al 100% dei costi ritenuti ammissibili del progetto di investimento regionale, di importo compreso tra € 150.000 e € 400.000.

Il contributo massimo concedibile può essere incrementato fino a € 500.000 in caso di soddisfacimento requisiti specifici previsti da Reg. (UE) 651/2014 indicati da Bando.

Scadenza:

Fino ad Esaurimento fondi

Spese ammesse:

Progetti di investimento finalizzati al consolidamento e alla crescita della start up, redatti in un Business plan in grado di evidenziare il processo di strutturazione, rafforzamento e crescita del business, in vista di una rapida e significativa penetrazione del mercato.

  • Importo minimo operazione aumento di capitale: € 150.000,00
  • Importo minimo business plan, comprensivo del progetto investitori e del progetto di investimento regionale: € 300.000,00

Sono ammissibili i progetti di sviluppo presentati dalle start up e contenuti in un business plan, a condizione che la start up deliberi conferimenti di capitale o versamenti in conto futuro aumento di capitale funzionali alla realizzazione del business plan, destinati a soci e/o investitori terzi per un importo almeno pari al 100% del contributo richiesto.

i progetti dovranno essere coerenti con la S3 regionale, in termini di settori di specializzazione e/o di ambiti tecnologici relativi alle traiettorie trasversali, al fine di promuovere la scoperta imprenditoriale in ambiti nuovi, anche di nicchia, che possano rappresentare occasioni ad alto potenziale di sviluppo.

L’aumento di capitale della start up può avvenire nella forma di conferimenti di capitale o versamenti in conto futuro aumento di capitale;

  •  Le attività e le spese per le quali viene richiesto il contributo regionale devono configurarsi come separabili e distinte da quelle finanziate dagli investitori.
  •  Il Business plan deve avere una durata massima di tre anni, e dovrà evidenziare
  •  la quota parte di attività e spese sostenute/da sostenersi con le risorse reperite autonomamente dalla start up nell’ambito dell’operazione di aumento di capitale ;
  •  la quota parte di attività e spese da sostenersi con il contributo regionale (di seguito il “progetto di investimento regionale”).
  •  Le risorse possono essere apportate da un singolo investitore oppure, cumulativamente, da più investitori.
  •  La start up può effettuare al massimo tre rendicontazioni di spesa, secondo il cronoprogramma del business plan, di cui una finale da presentare entro 60 giorni dalla conclusione del programma di investimento.
  •  Le spese sostenute per realizzare il progetto di investimento regionale devono essere obbligatoriamente presentate mediante rendicontazione a stato di avanzamento e finale di spesa;
  •  Le spese del business plan sostenute con risorse private non devono essere oggetto di rendicontazione;

Sono considerati costi ammissibili del programma di investimento:

  • - spese per il personale
  • - spese generali nel limite massimo del 25% dei costi complessivi ammissibili;
  • - acquisto di edifici nel limite massimo del 50% dei costi complessivi ammissibili;
  • - acquisto di macchinari ed attrezzature;
  • - installazione e posa in opera degli impianti;
  • - opere murarie, connesse all’istallazione degli impianti/macchinari;
  • - spese per servizi di consulenze e servizi equivalenti; - materiali che non costituiscano prelievi da scorte di magazzino;
  • - noleggio di macchinari, attrezzature e veicoli;
  • - diritti di proprietà intellettuale;
  • - marketing e pubblicità, sito web nel limite massimo di € 20.000, fiere.

I costi ammissibili indicati si riferiscono esclusivamente al solo progetto di investimento regionale: gli investitori non sono soggetti alle medesime limitazioni. Le spese del business plan sostenute con risorse private possono essere sostenute precedentemente la data di presentazione della domanda Le spese relative al programma di investimento per le quali viene richiesto il contributo.

Finalità:

Misura con lo scopo di promuovere gli investimenti delle imprese in R&I, sviluppando collegamenti e sinergie tra imprese, centri di ricerca e sviluppo e il settore dell’istruzione superiore, in particolare gli investimenti nello sviluppo di prodotti e servizi, il trasferimento di tecnologie, l’innovazione sociale, l’ecoinnovazione, le applicazioni nei servizi pubblici, lo stimolo della domanda, le reti, i cluster e l’innovazione aperta attraverso la specializzazione intelligente, nonché sostenere la ricerca tecnologica e applicata, le linee pilota, le azioni di validazione precoce dei prodotti, le capacità di fabbricazioni avanzate e la prima produzione soprattutto di tecnologie chiave abilitanti e la diffusione di tecnologie con finalità generali.


L'azione della Misura è volta a dare sostegno alla creazione e al consolidamento di start- up innovative ad alta intensità di applicazione e conoscenza e alle iniziative di spin-off della ricerca

La Misura in particolare supporta la realizzazione di progetti di sviluppo delle start up nelle loro fasi di consolidamento e crescita, per facilitare lo sviluppo e la crescita in termini di mercato, business, organizzazione, fatturato; agisce in sinergia con gli ingressi nel capitale da parte di soci fondatori/preesistenti o di investitori specializzati quali i fondi di venture capital, nonché di imprese corporate di qualsiasi tipologia e dimensione (grandi imprese o PMI) che intendano utilizzare il proprio capitale di rischio aziendale per intercettare opportunità e percorsi di sviluppo al di fuori del proprio perimetro aziendale in un’ottica di open innovation.

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

Potrebbe interessarti anche...