Infomedia - Contributi Regionali Nazionali ed Europei a Fondo PerdutoContributi Regionali
Agevolazioni al settore ricettivo e turistico

Sostegno agli investimenti del settore ricettivo e turistico

EMILIA ROMAGNA - Fino a 200.000 € alle Strutture Ricettive Emiliane per la ricostruzione, riqualificazione, ammodernamento, ampliamento, rinnovo di attrezzature e arredi,  nuovi servizi, soluzioni innovative/digitali 

A chi si rivolge:

Possono presentare domanda di contributo ai sensi del presente bando:

a) Gestori: tutti i soggetti privati, aventi qualunque forma giuridica, che, al momento della
domanda, esercitino - con regolare autorizzazione o altro titolo riconosciuto dall’ordinamento giuridico - una delle seguenti attività in immobili o aree di loro proprietà (gestore proprietario) o di proprietà di terzi (gestore non proprietario):

  • attività ricettiva alberghiera nelle strutture di cui all’art. 4, comma 6, lettere a), b) e c)
    della Legge regionale n. 16/2004 e s.m.i. (alberghi, residenze turistico alberghiere, condhotel);
  • attività ricettiva all’aria aperta nelle strutture di cui all’art. 4, comma 7, lettere a), b) e b bis) della Legge regionale n. 16/2004 e s.m.i. (campeggi, villaggi turistici, marina resort);

b) Proprietari non gestori: tutti i soggetti privati, aventi qualunque forma giuridica, che, al momento della domanda, sono proprietari delle strutture:

  • nelle quali sono svolte, in virtù di un contratto regolarmente registrato o altro titolo giuridico riconosciuto dall’ordinamento, le attività indicate nella precedente lettera a) (attività in essere al momento della presentazione della domanda)
  • destinate all’esercizio di una delle attività indicate nella precedente lettera a) e che intendono affittare o dare in disponibilità a imprese o soggetti terzi (attività non in essere al momento della presentazione della domanda), in tale ultimo caso, al momento della rendicontazione l’attività dovrà essere effettivamente gestita ed aperta al pubblico.

Contributo:

Il bando prevede la concessione di un contributo a fondo perduto del: 

  • 40% della spesa ammessa
  • 50% della spesa ammessa in presenza dei requisiti di premialità

Sono considerati premianti i seguenti criteri:

  1. ricadute positive in termini occupazionali;
  2. rilevanza della componente femminile e giovanile in termini di partecipazione societaria e/o finanziaria al capitale sociale;
  3. rilevanza dell’intervento rispetto al tema della disabilità;
  4. conseguimento da parte dell’impresa del “rating di legalità”;
  5. localizzazione delle imprese o delle unità locali coinvolte nelle aree montane e nelle aree interne;
  6. interventi di recupero dei materiali e di riduzione della produzione di rifiuti.

In tutti i casi il contributo riconosciuto ad ogni azienda non potrà essere superiore a € 200.000,00.

Il contributo non è cumulabile con altre agevolazioni pubbliche ottenuti sul medesimo progetto, a eccezione dei contributi per garanzie del FCG e il bando sui fondi BEI.

Scadenza:

Posticipato al 6 giugno 2023 alle ore 10:00, il termine iniziale per la presentazione della domanda.

Il termine finale resta il 5 settembre 2023 entro le ore 13:00 

Procedura valutativa a sportello

Spese ammesse:

Gli interventi ammessi potranno riguardare:

  • La riqualificazione e l’ammodernamento delle strutture ricettive anche finalizzate all’efficientamento energetico;
  • L’ampliamento delle strutture ricettive;
  • Il rinnovo delle attrezzature e degli arredi;
  • Il miglioramento, tramite soluzioni innovative e digitali attente anche agli aspetti di sostenibilità ambientale, sociale e di sicurezza, dei servizi offerti alla clientela.

SPESE AMMISSIBILI

  1. opere edili, murarie e impiantistiche, finalizzate anche all’efficientamento energetico (compresa la progettazione e direzione lavori che non potrà superare il 10% dei lavori);
  2. acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi;
  3. acquisto di dotazioni informatiche, hardware, software e relative licenze d’uso, servizi di cloud computing);
  4. acquisizione di servizi di consulenza specializzata relativi agli interventi di digitalizzazione e di sostenibilità ambientale eventualmente previsti nel progetto e/o processi di certificazione (max 20% somma delle spese a + b + c)
  5. costi generali per la definizione e gestione del progetto Tale spesa è riconosciuta applicando un tasso forfettario fino al 5% della somma delle voci a), b), c) e d)

Le spese ammesse dovranno essere sostenute a partire dal 1° Gennaio 2023 e dovranno concludersi entro il 31 Dicembre 2024.

L’investimento dovrà avere una dimensione finanziaria non inferiore a € 200.000,00 

Finalità:

La Regione Emilia-Romagna intende promuovere la competitività e la sostenibilità delle imprese turistiche dell’Emilia-Romagna che svolgono attività ricettive nonché l’attrattività dei territori e delle città ove quelle attività sono localizzate, anche grazie agli investimenti produttivi, attraverso il sostegno ad interventi di ricostruzione, riqualificazione, ammodernamento e ampliamento delle strutture, volti a rinnovarne le attrezzature e gli arredi o per offrire nuovi servizi ai clienti anche attraverso soluzioni innovative oppure digitali con attenzione alla sostenibilità ambientale, sociale e di sicurezza.

 

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ

Infomedia - Contributi Regionali Nazionali ed Europei a Fondo Perduto